Home » Internet » McAfee: 15 suggerimenti per proteggere le proprie password

McAfee: 15 suggerimenti per proteggere le proprie password

McAfeeSi rincorrono sul web notizie secondo cui 400.000 password Yahoo! siano state compromesse. Dopo avvenimenti come questo, chi è maggiormente esposto dovrebbe cambiare password.
Ma come rendere sicuri i nostri dati? Come fare in modo che i malintenzionati non possano accedere ai nostri documenti, alla nostra casella di posta elettronica?
McAfee, nota società sviluppatrice di soluzioni software per la sicurezza informatica, propone 15 regole:


– Assicurarsi di utilizzare password diverse per ogni account.
– Assicurarsi di non essere visti da nessuno quando si immette la password.
– Disconnettersi sempre se ci si allontana dal dispositivo ed essere certi che non ci sia nessuno nei paraggi. Basta un attimo per rubare o modificare la password.
– Utilizzare un software di sicurezza completo e tenerlo aggiornato per evitare keylogger (keystroke logger) e altro malware.
– Evitare l’inserimento di password sui computer non propri (come in un Internet café o in biblioteca), che possono avere un malware che ruba le password.
– Evitare l’inserimento di password quando si utilizzano connessioni Wi-Fi non sicure (come all’aeroporto o in un bar), sulle connessione non protette gli hacker sono in grado di intercettare le password e i dati.
– Non dire a nessuno la propria password.
– A seconda della sensibilità delle informazioni da proteggere, è necessario cambiare periodicamente le password, ed evitare di riutilizzare una vecchia password almeno per un anno.
– Utilizzare almeno otto caratteri includendo lettere minuscole e maiuscole, numeri e simboli. Ricorda, più sono meglio è.
– Le password complesse sono facili da ricordare ma difficile da indovinare. Per esempio Iam:)2b29! – ha 10 caratteri e significa: “Sono felice di avere 29anni!”.
– Utilizzare la tastiera come una tavolozza per creare delle forme. Per esempio, componendo una V al centro della tastiera con queste lettere: %TgbHU8*.
– Buon divertimento con gli acronimi di frasi. 2B-or-Not_2b?v –  “Essere o non essere?”
– Appuntare su un foglio le password può andare bene, basta tenerlo lontano dal computer e mescolarle con altri numeri e lettere per cui non sia evidente che si tratta di una password.
– È anche possibile scrivere un “promemoria”, con gli indizi per ricordare la password, ma che in realtà non contiene la password vera e propria. Ad esempio, nell’esempio precedente, il “promemoria” sarebbe”Essere o non essere?”
– Controllare la forza della propria password. Se il sito offre un’analisi della robustezza delle password, prestare attenzione e ascoltare i suoi consigli.

Posted by on Lug 13 2012. Filed under Internet. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

*

Commenti recenti

    Calendario

    settembre: 2017
    L M M G V S D
    « Feb    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930