Home » Internet » Malware: il pericolo è “social”

Malware: il pericolo è “social”

malwareLa classifica mensile dei malware più diffusi in Italia, a cura dell’azine di sicurezza informatica Eset, vede ad aprile la conferma al primo posto del malware HTML/Iframe.B.Gen, con oltre il 7 per cento delle rilevazioni. Ancora una volta sotto la lente d’ingrandimento finiscono i forum ed i social network, che agiscono involontariamente da ponte verso siti contenenti software malevoli.
Al quinto posto la new entry JS/Agent.NEJ, un malware che spinge l’utente all’acquisto di un bene o servizio.
La Top 5 dei malware in Italia si basa su Live Grid, la tecnologia cloud di Eset, che identifica mensilmente le minacce informatiche globali per numero di rilevazioni.

HTML/Iframe.B.Gen – rilevato nel 7,41 per cento  delle infezioni
Al primo posto della Top 5 italiana, secondo a livello internazionale, si conferma il malware HTML/Iframe.B, una rilevazione generica di tag iframe malevoli inseriti nelle pagine HTML, che reindirizzano il browser a uno specifico URL contenente software malevolo.


HTML/ScrInject.B.Gen – rilevato nel 4,38 per cento delle infezioni
Il secondo posto della Top 5 italiana – il primo nella classifica internazionale – è ancora occupato da HTML/ScrInject.B, anche questa una rilevazione generica di pagine web HTML contenenti script nascosti o tag iframe che reindirizzano automaticamente al download di malware.

JS/Trojandownloader.Iframe.NKE – rilevato nel 3,40 per cento delle infezioni
Con una percentuale di rilevamento del 3,4 per cento sale di una posizione in classifica, rispetto al mese di marzo, JS/Trojandownloader.Iframe.NKE, un cavallo di Troia che reindirizza il browser a uno specifico URL contenente un software malevolo. Il codice del malware viene di solito inserito all’interno di pagine HTML.

INF/Autorun – rilevato nel 2,98 per cento delle infezioni
Scende invece di una posizione il diffusissimo INF/Autorun, una varietà di malware che utilizza il file autorun.inf per compromettere il PC ogni volta che un dispositivo rimovibile infetto viene connesso al computer. L’Autorun.inf è infatti un file contenente informazioni su programmi destinati ad attivarsi automaticamente quando un dispositivo rimovibile viene inserito in un PC Windows, consentendo al malware di infettare il computer.
Per far fronte a questa minaccia è consigliabile disabilitare per default la funzione Autorun.

JS/Agent.NEJ – rilevato nell’1,79 per cento delle infezioni
In 5ª posizione la new entry JS/Agent.NEJ, un cavallo di Troia che proietta una finestra di dialogo nella quale si chiede all’utente di comprare un determinato bene o servizio. Dopo l’acquisto il malware si rimuove automaticamente dal computer. Il trojan è probabilmente parte di un altro malware.

Posted by on Mag 14 2012. Filed under Internet. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

*

Commenti recenti

    Calendario

    novembre: 2017
    L M M G V S D
    « Feb    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930