Home » Eventi, Ultime notizie » Inaugurata a Milano l’edizione 2010 di BiMu-Sfortec

Inaugurata a Milano l’edizione 2010 di BiMu-Sfortec

E’ stata inaugurata questa mattina la 27ma edizione di BiMu–Sfortec,  mostra internazionale di riferimento per gli operatori dell’industria manifatturiera mondiale in scena a Fieramilano Rho Pero fino a sabato 9 ottobre.

Promossa da Ucimu–Sistemi per produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione e tecnologie ausiliarie, la manifestazione espositiva si è aperta con il convegno incentrato sul tema “Il sistema manifatturiero per la crescita competitiva del paese tra ecocompatibilità e sostenibilità”.
Preceduta dagli interventi di Giancarlo Losma, presidente di Ucimu–Sistemi per produrre, di Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, di Michele Perini, presidente di Fiera Milano, di Gian Maria Gros-Pietro, direttore del dipartimento di Economia dell’Università Luiss, e di Guido Carli, alla tavola rotonda hanno preso parte i vertici di alcune tra le più prestigiose imprese in rappresentanza dei principali settori utilizzatori di sistemi di produzione.

Paolo Leone, direttore generale di Abb, Discrete Automation and Motion Division, Giuseppe Orsi, Ceo di AgustaWestland, Giorgio Brazzelli, presidente di Alenia Aeronautica e Alenia Aermacchi, Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, Roberto Vavassori, direttore Business Development Brembo, ed Edoardo Rabino, responsabile della Process Research Area del Centro Ricerche Fiat, si sono confrontati sulle strategie future di investimento, evidenziando i trend di sviluppo del manifatturiero che, come è emerso dal dibattito moderato da Sebastiano Barisoni, caporedattore di Radio 24, non potrà più prescindere dal tema della ecocompatibilità.


Risparmio energetico, costante incremento dell’efficienza produttiva, sostenibilità economica e sociale sono i capisaldi del nuovo manifatturiero che, come evidenziano i dati elaborati dal Centro Studi & Cultura in impresa di Ucimi–Sistemi per produrre, ha ripreso a investire in beni strumentali.
In ragione di un incremento pari al 4,7 per cento rispetto all’anno precedente, il consumo mondiale di sistemi di produzione, nel 2010, si attesterà a un valore pari a 37,4 miliardi di euro. A guidare la ripartenza sono gli Stati Uniti, ma cresce la domanda anche in Cina, India, Brasile, Turchia e Italia, ove i dati della fiera confermano la ripresa del mercato.
Protagoniste della Fiera sono 1.223 imprese, il 44 per cento delle quali straniere che presentano il meglio della propria offerta su una superficie espositiva totale di oltre 90.000 metri quadrati.
“Numeri di assoluto rilievo che, nonostante il calo patito a causa della crisi economica globale – ha affermato Alfredo Mariotti direttore generale di Ucimu–Sistemi per produrre –,  sono conferma del fatto che le imprese, non solo italiane, credono nello sviluppo industriale del nostro paese”.

Con oltre 3.000 macchine esposte, per un valore complessivo pari a 300 milioni di euro, Bi.MU presenta la sintesi esaustiva dell’industria dei sistemi di produzione, affiancando all’offerta di macchine utensili e robot, aree tematiche dedicate a subfornitura tecnica, assemblaggio, saldatura, finitura e stampi, oltre alla ricca rassegna convegnistica di Quality Bridge, che accompagna la mostra per tutta la sua durata.
“Sebbene i dati di andamento di settore e quelli relativi alla mostra, che ha incrementato del 20 per cento il numero delle aziende espositrici negli ultimi due mesi di raccolta adesioni, confermino che la ripresa è in atto, grande timore resta per possibili ricadute. Per questo – ha affermato Giancarlo Losma –, richiediamo l’intervento delle autorità di governo affinché rendano disponibili strumenti in grado di sostenere e incentivare il consumo: dagli ammortamenti liberi che da anni i costruttori richiedono a gran voce – e che negli Stati Uniti, proprio in questi giorni, l’amministrazione sta deliberando, quale misura per ridare slancio all’economia del paese, al provvedimento di detassazione degli utili reinvestiti in macchinari a alta tecnologia, agli incentivi per la rottamazione dei macchinari obsoleti”.

Posted by on Ott 5 2010. Filed under Eventi, Ultime notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

*

Commenti recenti

    Calendario

    ottobre: 2017
    L M M G V S D
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031