Home » Primo Piano, Zoom » Marketing. Da homeless a hotspot umani

Marketing. Da homeless a hotspot umani

homeless-wirelessL’idea è della Bbh, la Bartle Bogle Hegarty, una società di marketing con sede a New York: selezionare 13 senzatetto e dotarli di router e Pos, rendendoli così veri e propri punti d’accesso alla rete.
Si tratta di una campagna dal titolo “Homeless Hotspot” lanciata in occasione del South by Southwest Interactive, il Festival dell’innovazione americana, organizzato quest’anno ad Austin, nel Texas.


Secondo quanto riferito da alcune agenzie di stampa statunitensi, il gruppo dei tredici percorrerrà in lungo e in largo la cittadina, riconoscibili grazie ad una maglietta bianca che riporta i loro dati e un numero di telefono per richiedere informazioni. Per accedere al servizio, basterà avvicinarli e pagare la connessione con carta di credito.
Travolta dalle polemiche, la Bbh ha replicato ai commenti spiegando che l’iniziativa non vuole ledere la dignità umana,  ma anzi è stata pensata in collaborazione con l’associazione First Step, che si occupa di dare accoglienza e sostegno ai senzatetto americani.

Posted by on Mar 13 2012. Filed under Primo Piano, Zoom. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Leave a Reply

*

Commenti recenti

    Calendario

    settembre: 2017
    L M M G V S D
    « Feb    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930